Domande Frequenti - F.A.Q.

Quanto dura il corso?

Ogni livello dura circa 3 mesi e mezzo, quindi orientativamente per completare tutto il corso con i tre i livelli ci vuole un anno e mezzo.

In Quali giorni si tiene il corso?

Il corso generalmente si tiene nei giorni infrasettimanali tra lunedì e venerdì in orario serale, una lezione alla settimana.

Quante lezioni sono?

Il corso per sommelier è strutturato in 3 livelli per un totale di 44 lezioni.

1° livello – Tecnica della degustazione, viticoltura, enologia, tecniche di servizio, cenni di legislazione, birre

e distillati, visita in cantina (15 lezioni)

2° livello – Enografia nazionale e internazionale (15 lezioni)

3° livello – Tecnica dell’abbinamento cibo-vino (14 lezioni)

 

Per un proficuo svolgimento del corso si raccomanda di:
- essere puntuali alle lezioni
- essere presenti con regolarità (sono ammesse al massimo 2 assenze per ciascun livello). le lezioni perse devono essere recuperate in un corso successivo o in altra sede in Calabria

- evitare l'uso del telefonino

dove si tiene il corso?

L' AIS Calabria è suddivisa in 7 delegazioni: 

Arbëreshë e Alto Ionio (Acri, San Demetrio Corone, Rossano)

Catanzaro

Cosenza (Sede AIS Calabria)

Lamezia Terme

Locride - Piana di Gioia Tauro (Marina di Gioiosa Ionica e Taurianova)

Reggio Calabria

Vibo Valentia

a chi è rivolto?

Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliono fare della loro passione una professione e ai professionisti del settore.

quali sono gli obiettivi del corso per ogni livello?

Il corso di primo livello si prefigge lo scopo di far apprendere la tecnica della degustazione attraverso un sistema esclusivo e funzionale che articola l'analisi sensoriale in tre fasi: esame visivo, olfattivo e gustolfattivo, utilizzando un vocabolario specifico che diviene linguaggio di espressione comune e condiviso. Inoltre saranno forniti gli elementi basilari per una più ampia conoscenza del settore vitivinicolo, attraverso lezioni dedicate alla viticoltura, all'enologia e alla legislazione di settore, ma anche i temi relativi alle diverse funzioni del sommelier: dallo stile nel servizio all'organizzazione di una cantina, dall'uso corretto dei bicchieri fino alle corrette temperature di servizio.

 

L'approfondimento dell' enografia e la degustazione nazionale e internazionale, oggetto del secondo livello, daranno la possibilità di consolidare i concetti e la tecnica. 

 

Nel terzo livello viene trattata la metodologia dell'abbinamento cibo-vino e, con l'ausilio delle preparazioni dei piatti e di un sistema grafico intuitivo e originale, il corsista  scoprirà quello che i francesi chiamano "mariage". 

 

rilasciate un attestato di frequenza oppure un diploma?

Alla fine dei livelli intermedi non si rilasciano attestati (se necessario una dichiarazione di

partecipazione) e non si sostengono esami, ma solo una prova di valutazione dell’apprendimento.

Mentre alla fine del 3° livello c'è un esame finale, superando il quale si ottiene un diploma di qualificazione professionale per sommelier.

L’esame finale alla fine del 3° livello consiste in una prova scritta, pratica e orale e si diventa sommelier solo al superamento dell’esame. 

quante ore dura il corso?

Il corso dura circa 2/2,30 ore di cui 1/1,15 ora di parte teorica e 1/1,15 ora di degustazione di 2/3 vini).

quanto costa il corso?

Il costo totale del corso è di euro 1.670 ed è così suddiviso:

1° livello – euro 450

2° livello – euro 500

3° livello – euro 630

+ iscrizione annuale all’Associazione Italiana Sommelier (90 euro).

 

L' iscrizione all'Associazione Italiana Sommelier e al corso dà diritto a:

-la tessera annuale di iscrizione (per il primo anno valida dal momento dell’iscrizione fino al 31 dicembre

dell’anno successivo)

-lo scudetto dell'Associazione Italiana Sommelier

-la rivista Vitae, trimestrale ufficiale dell'Associazione (quattro numeri)

-la Guida ai Vini d'Italia VITAE, la nuova pubblicazione di Associazione Italiana Sommelier

-la nuova APP della Guida VITAE al prezzo scontato di 1,09 euro (invece di 8,99 euro)

-la valigetta con i bicchieri per le degustazioni e il cavatappi

-5 testi e 3 quaderni di degustazione (nei tre livelli del corso)

-la possibilità di partecipare a tutte le attività enogastronomiche organizzate in regione e su tutto il

territorio nazionale

-sconti presso i locali convenzionati

-ingresso scontato al Vinitaly, la più grande manifestazione del vino che si svolge annualmente a Verona.

c'è una scontistica?

L' iscrizione in qualità di socio di un secondo componente dello stesso nucleo familiare dà diritto al pagamento della Quota Famiglia (euro 45 invece di euro 90) per il secondo componente, che riceve solo la tessera associativa e non rivista né Guida Vitae

La frequenza allo stesso corso di un secondo componente dello stesso nucleo familiare dà diritto ad uno sconto di euro 50 sul costo del corso del componente aggiunto 

che tipo di pagamento viene utilizzato?

Sono accettati i seguenti pagamenti:

 

La quota associativa annuale di € 90 deve essere versata direttamente ad AIS Italia entro l’inizio del corso, tramite:

  • Bonifico bancario presso "Banca Prossima – Gruppo Intesa San Paolo" – P.za Paolo Ferrari 10 – 20121Milano intestato ad "Associazione Italiana Sommelier" IBAN: IT 61 X 03359 01600 100000070370 (aggiungere per versamenti dall'estero codice SWIFT: BCITITMX) – Indicare nella causale "Quota associativa 2021 nome e cognome"
  • C/c postale n. 58623208 intestato ad "Associazione Italiana Sommelier Viale Monza 9, 20125 Milano" –Indicare nella causale "Quota associativa 2021 nome e cognome"
  • Bonifico presso "Banco Posta" intestato ad "Associazione Italiana Sommelier" IBAN: IT 83 K 07601 01600 000058623208 (aggiungere per versamenti dall'estero codice SWIFT:BPPIITRRXXX) – Indicare nella causale "Quota associativa 2021 nome e cognome"

La quota del corso, invece, deve essere versata ad AIS Calabria tramite:

  • Bonifico bancario Carime IBAN IT 59 I 03111 16203 000000051952 (causale acconto nome e cognome, 1° livello, luogo, anno)
  • Bonifico bancario Banca Prossima IBAN IT 22 S 03359 01600 100000154520 (causale acconto nome e cognome, 1° livello, luogo, anno)
  • Assegno NT intestato Associazione Italiana Sommelier Calabria (in sigla AIS Calabria)

  • Contanti

è possibile emettere una fattura?

No, alla fine di ogni livello, su richiesta del corsista, viene emessa ricevuta senza indicazione dell’IVA in quanto attività istituzionale esente ai sensi art. 10 del DPR 633/72.

Quali sono gli sbocchi professionali dopo aver frequentato il corso?

Sono diverse le prospettive di lavoro per un sommelier AIS, sia che si decida di lavorare in proprio che di lavorare come dipendente, 

 

Come dipendente si potrà trovare impiego presso grandi alberghi, aziende vitivinicole, cantine, ristoranti, wine bar molto quotati e qualificati, enti del turismo, villaggi turistici, navi da crociera (per il servizio di ristorazione), ristoranti stellati. Da libero professionista si potrà puntare, invece, sulle consulenze non solo per le aziende, ma anche per gli chef stellati, ristoranti ed alberghi esclusivi, per eventi (matrimoni, compleanni, anniversari importanti), fiere di settore, cene eleganti, e perfino per la grande distribuzione, nei supermercati o ipermercati, come responsabile acquisti per il settore vini. Chi ha frequentato un corso AIS, ad ogni modo, può dirsi avvantaggiato, soprattutto se dopo ha affiancato un master ALMA/AIS (Scuola Internazionale di Cucina Italiana), percorso che vanta livelli di placement molto alti.

 

Un percorso alternativo è quello di crescere professionalmente nell'Associazione Italiana Sommelier.

Al termine del corso tanti sommelier decidono di partecipare alla vita didattica dell’Associazione, arricchendo le conoscenze, per metterle anche a disposizione di altri sommelier, intraprendendo un percorso che li porterà a diventare Degustatori AIS, esperti in Tecnica dell’abbinamento cibo-vino, esperti in Tecniche di servizio, Direttori di Corso, Relatori e Commissari d’esame, nonché Sommelier esperti in olio extravergine di oliva.

 

Il percorso si compone di diversi passaggi, in alcuni casi vincolati a propedeuticità, in altri casi assolutamente indipendenti l’uno dall’altro.

Il requisito essenziale per potere frequentare i diversi seminari è quello di essere sommelier AIS; al termine di alcuni è previsto un esame, in altri casi la semplice frequenza rappresenta un tassello del mosaico necessario per comporre il profilo di alcune figure didattiche.

 

I singoli seminari previsti dall’Associazione Italiana Sommelier sono:

 

Comunicazione e programmazione didattica 

Tecnica della degustazione (Degustatori AIS) – con esame

Tecnica dell’abbinamento cibo-vino – con esame

Commissario – con esame

Direttore di Corso – con esame

Tecniche di servizio – con esame  

posso iscrivermi all' associazione italiana sommelier senza frequentare il corso?

Sì, certo. È possibile pagare solo la quota associativa senza seguire il corso e diventare Socio Sostenitore di Associazione Italiana Sommelier. 

Mentre per poter seguire il corso il pagamento della quota associativa annuale è obbligatorio

che privilegi ci sono ad essere soci dell'associazione Italiana sommelier?

Tra i molteplici vantaggi ci sarà l'invio della Guida Vini 2021 e della rivista trimestrale Vitae, realizzate interamente al nostro interno e rinnovate nella grafica e nei contenuti.

 

Far parte dell'Associazione Italiana Sommelier significa partecipare alle moltissime attività di enogastronomia che vengono organizzate per i Soci: degustazioni guidate, seminari a tema, cene, gite presso aziende vitivinicole in Italia e nel mondo. Significa inoltre partecipare a congressi e simposi nazionali e internazionali.

 

I Soci AIS potranno inoltre accedere, a condizioni di assoluto privilegio a tutti gli eventi e le degustazioni che l'Associazione Italiana Sommelier organizzerà sul territorio nazionale attraverso le Associazioni territoriali e all'estero con i Club AIS. Vivranno con noi da protagonisti la Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell'Olio 2021.

 

Ma l'opportunità maggiore sarà quella di poter condividere, con oltre 40.000 colleghi, una comune passione, uno stile di vita e l'orgoglio di appartenenza all'Associazione Italiana Sommelier, la più grande e qualificata organizzazione del vino nel mondo.

ci sono delle convenzioni?

Sì, ce ne sono moltissime e sono tutte raccolte sulla seguente pagina https://www.aisitalia.it/convenzioni.aspx#.XygqgCgzbIU

da quanti anni esiste associazione italiana sommelier?

L' AIS - Associazione Italiana Sommelier è stata fondata il 7 Luglio del 1965.

Il 6 Aprile 1973, con Decreto n. 539 del Presidente della Repubblica, ha ottenuto il riconoscimento giuridico dello Stato.

 

AIS Calabria invece è presente dal 2001 ed ha formato circa 500 sommelier, parecchi dei quali operano con successo sia nella ristorazione calabrese e nazionale, oltre che fuori confine. 

 

chi è associazione italiana sommelier?

L’ Associazione Italiana Sommelier non ha fini di lucro e ha lo scopo primario di qualificare la figura e la professione di sommelier, nonché di valorizzare la cultura del vino, dei prodotti alimentari tradizionali e tipici, della gastronomia.

 

Essa svolge ogni attività di carattere culturale, didattico ed editoriale, per promuovere la conoscenza e il consumo responsabile dei vini e di altre bevande alcoliche e dei prodotti alimentari tradizionali e tipici, della gastronomia, curando direttamente e nelle opportune sedi la preparazione professionale dei Sommelier e del personale docente, in conformità al Regolamento della didattica appositamente predisposto dall’Associazione stessa.

 

Promuove, anche in sede legislativa, l’introduzione della propria didattica nelle scuole di settore, nonché la valorizzazione e il riconoscimento della figura professionale del sommelier.

 

L’ Associazione sostiene inoltre, direttamente e/o in collaborazione con altre Associazioni, Enti Pubblici e Privati, ogni iniziativa ritenuta utile e/o necessaria al raggiungimento dello scopo sociale.